MOBYT BLOG

MOBILE MARKETING E COMUNICAZIONE DIGITALE PER AZIENDE

SMS professionali ad alto tasso di conversione

come-scrivere-sms-professionali-ad-alto-tasso-di-conversione-1I numeri parlano molto chiaro: gli SMS professionali sono strumenti sempre più utilizzati dalle aziende, non solo per i costi esigui che hanno ma anche e soprattutto perché si confermano capaci di generare un certo engagement e, di conseguenza, presentano sempre un alto tasso di conversione. Ciò significa che portano dei risultati reali in azienda e i numeri, come dicevamo, non fanno altro che confermare quanto detto: ogni anno circa 8,6 bilioni di SMS vengono spediti in tutto il mondo, 12 volte il numero di messaggi inviati su Facebook e 20 volte il numero di tweet.

L’ SMS è quindi uno strumento che si è dimostrato essere sempre al passo con i tempi e che continua ad evolversi e a tenere testa alle nuove tecnologie, per questo è necessario saperne sfruttare le potenzialità. Come? Confezionandolo nel modo giusto e rispettando delle regole basilari ma fondamentali. Solo in questo modo sarà possibile aumentare le conversioni.

SMS professionali: istruzioni per l’uso

Abbiamo già parlato qui sul blog dei vantaggi che presentano gli SMS professionali e del fatto che sono diventati tra gli strumenti preferiti dei marketers, che li usano ampiamente nelle proprie strategie di direct marketing.

Oltre però ad enumerare i vantaggi degli SMS professionali, è bene capire anche come fare a renderli tali, ovvero come fare ad ottenere dei buoni risultati inviandoli.

Innanzitutto bisogna avere qualcosa da dire, altrimenti non si potrà mai fare in modo che il contenuto sia rilevante. Inviare un SMS ai propri clienti o potenziali tali significa di fatto chiedergli di interrompere quello che stanno facendo, chiedergli qualche momento della propria attenzione: Se non lo si fa per comunicargli qualcosa che abbia una certa importanza, allora verrà persa una grande possibilità di dare un seguito all’invio di quella comunicazione e di ottenere quindi un risultato tangibile.

Applicata questa regola basilare che più che la forma, riguarda la reason why della comunicazione, allora si può iniziare a pensare a come confezionare gli SMS professionali in modo che abbiano effettivamente un alto tasso di conversione. Solo seguendo le 5 linee guida sottostanti, si potrà riuscire a scriverli nel modo corretto.

Essere brevi

L’SMS quasi lo impone, visto che nasce come uno short message e anche se, di fatto, è possibile concatenare vari SMS tra loro, non conviene mai dilungarsi troppo. Essere brevi e compendiosi è importante per fare in modo che il messaggio venga recepito subito, i giri di parole sono inutili e spesso annoiano solo il lettore che potrebbe decidere di non arrivare alla fine del messaggio e cancellarlo definitivamente.

Fare attenzione al linguaggio

Visto che si hanno solo poche parole e pochi attimi per catturare l’attenzione del proprio lettore, non si può di certo rischiare di inviargli un messaggio che non sia corretto sia da un punto di vista grammaticale che formale. Dunque è importante curare la sintassi, il lessico e la grammatica dei propri messaggi. A questo proposito quindi devono essere bandite le abbreviazioni, né devono esserci troppe parole tutte in maiuscolo che invece che sottolinearne il senso, rischiano solo di dare l’impressione che si stia urlando. Il messaggio che si invia deve dare un’idea di professionalità e trasmettere un’immagine che sia in linea con quella dell’azienda.

Dare un tocco personale

Fondamentale è anche personalizzare l’SMS, il modo più semplice per farlo è di sicuro quello di richiedere un mittente alfanumerico (Mobyt offre questo servizio, in partnership con AGCOM che ne coordina l’approvazione), per essere subito riconoscibili e trasmettere quindi fiducia al cliente.

One size does not fit all

Sempre a proposito di personalizzazione, è importante ricordare che più il testo dell’SMS è modellato sul destinatario e più sarà efficace. Con i Campi dinamici (ora Mobyt ne fornisce addirittura 10) è facilissimo farlo. Una volta inserito il proprio file .csv in piattaforma, completo di tutti i dati che poi si vorranno utilizzare in sede di composizione dell’SMS, la personalizzazione sarà velocissima e si potranno aggiungere tante informazioni in più al proprio messaggio.

Una conclusione di stile

Dulcis in fundo, la conclusione.  Come si conclude un SMS? È fondamentale che si dica al proprio cliente o potenziale tale cosa deve fare, e che quindi, come già anticipato sopra, si apponga alla fine del messaggio la giusta Call to action, un invito all’azione, dal semplice “Chiamaci subito”, fino a “Compra ora”, magari aggiungendo uno short link al proprio e-commerce o sito nel corpo dell’SMS.

Non resta quindi, una volta aggiunta la CTA, che rileggere l’SMS, assicurarsi che sia corretto, scorrevole e quindi potenzialmente efficace e ,finalmente, inviarlo.



News da Mobyt, SMS Marketing & Services