MOBYT BLOG

MOBILE MARKETING E COMUNICAZIONE DIGITALE PER AZIENDE

Tipi di EMAIL: non solo newsletter!

tipi di email perché non sono tutte uguali

Parliamo spesso di newsletter, abbiamo dato consigli su come confezionarle, sia da un punto di vista del contenuto che dell’equilibrio interno che deve esserci tra immagini e testo (ne abbiamo ampiamente discusso anche qui), tuttavia non è l’unico modo in cui si può fare marketing tramite EMAIL, anzi grazie alla piattaforma e all’editor Mobyt è molto semplice creare tanti tipi di EMAIL che possono aiutare l’azienda ad informare il cliente ma soprattutto a fidelizzarlo in modi diversi.

Fidelizzare ed informare il cliente? Con tanti tipi di EMAIL!

Ma quali sono gli altri tipi di EMAIL che possono essere inviati ai propri iscritti, oltre alla classica newsletter? Li abbiamo riassunti nell’infografica sottostante e per ognuna abbiamo indicato: quando inviarle, che caratteristiche hanno e quali sono i risultati che si possono raggiungere.

tipi di email infografica

1) Welcome Email:

viene spedita non appena nuovi utenti si iscrivono ad una newsletter oppure al sito o scaricano un’app dal loro smartphone. Deve avere un tono amichevole. Le prime impressioni sono molto importanti, è come quando due persone si incontrano per la prima volta, ogni particolare va curato. Serve quindi ad instaurare un rapporto tra la propria azienda e il nuovo contatto. Oltre a curare il tono, si deve far attenzione al contenuto di una comunicazione di questo tipo, riepilogando le informazioni riguardanti il sito/app a cui ci si è appena iscritti e magari lasciando anche uno sconto di benvenuto.

2) Email di Sondaggio:

vengono spedite per cercare di migliorare un prodotto o servizio già esistente, è fondamentale spiegare però per quale motivo si sta sottoponendo il sondaggio ai propri iscritti, ma soprattutto ricordare che bisogna incentivarli a rispondere. Come? Creando un questionario non troppo lungo e offrendo una piccola ricompensa alla fine di questo, come un coupon oppure dei punti aggiuntivi alla fidelity card.

3) Testimonial Email:

servono a dare fiducia al cliente, il meccanismo è quello di invogliarlo all’acquisto, dimostrandogli che il prodotto/servizio che potrebbe decidere di acquistare è stato già provato da altri, che hanno avuto un’esperienza positiva e che quindi lo stesso potrebbe accadere anche a loro. Si confeziona fornendo al destinatario le recensioni di chi è già cliente oppure utilizzando un personaggio pubblico che abbia un’attinenza con il prodotto presentato e che possa trasferire le proprie caratteristiche/qualità al prodotto stesso. Il segreto per il successo di questo tipo di EMAIL sta nello scegliere con cura i propri testimonial e quello che dovranno dire.

4) Educational Email:

serve ad istruire il cliente, in modo che possa saperne di più specialmente su servizi innovativi e più complessi, che necessitano di maggiori spiegazioni. È utilissima nel caso in cui si abbia un blog, per incanalare i propri contatti verso dei contenuti che possano invogliarli a comprare. Nell’inviare questo tipo di comunicazioni si deve fare attenzione a somministrare le informazioni educative in pillole, quindi nella forma di brevi suggerimenti, rendendoli in questo modo più invitanti ed interessanti. Si spingerà così l’utente a volerne sapere di più e a visitare il sito o il blog dell’azienda.

5) Email promozionale:

è chiaro a cosa serva. Queste EMAIL vengono di solito spedite al proprio target; la sfida qui è riuscire a fare in modo che i destinatari diventino a tutti gli effetti dei clienti. Essenziale sarà scrivere un testo sintetico ed accattivante, che possa colpire e fare in modo che venga stimolato un bisogno. Sì quindi ad immagini chiare del prodotto o servizio che possano facilmente colpire il cliente e a testi semplici e brevi.

6) Email promozionale per i nuovi prodotti:

qui si parla a chi è già cliente, quindi conosce i prodotti e la loro qualità, si tratta quindi non più solo di attirare l’attenzione ma anche di far capire cosa ci sia effettivamente di nuovo in ciò che si sta proponendo. Si tratta di una EMAIL informativa che deve essere inviata nei tempi giusti per destare sorpresa, magari anche prima del lancio effettivo del prodotto stesso. Più importante che mai in questo caso sarà l’oggetto dell’EMAIL che deve subito far capire che c’è qualcosa di nuovo alle porte.

Ecco illustrati tutti i tipi di EMAIL che rappresentano i diversi modi in cui si può decidere di comunicare con i propri utenti. Variare è una delle regole fondamentali della comunicazione, per non far annoiare i propri iscritti da una parte ma anche perché, lato azienda, non sempre i risultati che si vogliono raggiungere sono i medesimi. Con l’editor drag&drop Mobyt poi è davvero molto semplice creare i diversi tipi di EMAIL, salvarli e poi poterli riutilizzare ogni volta che occorre semplicemente aggiornando le informazioni.



Email Marketing, L'angolo dell'esperto