MOBYT BLOG

MOBILE MARKETING E COMUNICAZIONE DIGITALE PER AZIENDE

Il mercato degli SMS: chi ha detto che è finito?

A differenza della comunicazione classica, che si ha tra due conoscenti, quella tra un’azienda ed i suoi Clienti viaggia ancora, spedita, sulle frequenze degli SMS.
Il motivo è che un tale tipo di comunicazione è impensabile attraverso piattaforme terze, come app generaliste, per tante ragioni, in primis di privacy. Più plausibile lo sviluppo di app specifiche da parte dei singoli brand anche se la “via” degli SMS sembra essere ancora la più affidabile, riuscendo a valicare anche il rischio del digital divide (assenza di rete dati, scarsa velocità).

Giorgio Nani, CEO di Mobyt, racconta in un’intervista rilasciata a Panorama a che punto è il mercato degli SMS in Italia e quali sono le sfide che le aziende dovranno affrontare nel futuro.

mercato degli SMS

Il mercato degli SMS ha un futuro florido davanti a sè, perché ha nuova sfida da affrontare: quella di riuscire a sfruttare le nuove tecnologie per integrare i messaggi di testo con gli altri strumenti di marketing in via di sviluppo. Mobyt si sta muovendo in questa direzione, e per questo sta investendo molte risorse per offrire servizi efficienti e per coprire anche nuovi mercati. Così come spiegato dal CEO Giorgio Nani, in un dettaglio dell’intervista:

“Per quanto riguarda il nostro settore, ritengo che l’evoluzione sia strettamente collegata con la crescente diffusione degli smartphone, che darà l’opportunità ai marketing manager di ideare, attraverso gli SMS, campagne mirate e realmente interattive, caratterizzate dall’integrazione tra e-commerce, principali social network e siti aziendali. Il tutto supportato dai tassi di redemption tipici delle campagne di SMS marketing, estremamente più elevati dei servizi concorrenti.”

Se vuoi leggere tutta l’intervista per conoscere la situazione del mercato degli sms, leggi l’articolo integrale su Panorama.it.



SMS Marketing & Services