SMS Marketing & Services, Email marketing e tutte le news sul Mobile marketing.

Mobyt Blog

Mobile marketing e comunicazione digitale per aziende

Indirizzo EMAIL generico per newsletter: ecco perché non usarlo

indirizzo email generico per newsletter

Inviare la newsletter mensile, dopo un lungo lavoro di grafica e di copy, scaricare le statistiche e notare che alcune EMAIL sono finite in bounce, letteralmente sono state “rimbalzate” dalla casella del destinatario, non è molto piacevole! Purtroppo però può accadere, soprattutto quando si utilizza un indirizzo EMAIL generico per newsletter come mittente, ecco perché Mobyt inizierà a impedirlo.

In questo post parleremo di:

  1. Bounce

  2. Protocollo DMARC

  3. Usare un indirizzo mittente proprietario

 

Bounce o non bounce?

Immaginiamo di preparare una newsletter indirizzata ai nostri clienti e di inviarla utilizzando un indirizzo di posta generico, per esempio centromedicomilano@GMAIL.com, tramite i server di Mobyt. Quando l’email cercherà di entrare nella casella del destinatario, rimbalzerà (bounce) perché, anche se si tratta di una semplice e innocua newsletter informativa, non proviene dai server di Google (nonostante l’indirizzo del mittente appartenga invece di fatto a Google stesso).

Perché accade? Per via del Protocollo DMARC

L’alto tasso di bounce si verifica per via dell’adozione del protocollo DMARC da parte di un numero sempre maggiore di provider di posta elettronica. Questo protocollo è stato creato per contrastare truffe e abusi di identità che sempre di più negli anni si sono moltiplicati sul web. Precedentemente venivano utilizzati solo i due protocolli DKIM e SPF, ma non si erano dimostrati abbastanza restrittivi da permettere davvero di contrastare i malintenzionati. Per questo a partire dal 2012 è stato creato il protocollo DMARC in aggiunta agli altri, grazie al quale le EMAIL sospette vengono rifiutate o messe in quarantena.

indirizzo EMAIL generico per newsletter funzionamento protocollo dmarc

Limitazione ma anche protezione maggiore

Questa maggiore sicurezza, dall’altra parte, ha anche provocato delle limitazioni, tra cui il problema di bounce di cui sopra. Le EMAIL inviate da un indirizzo diverso rispetto al server di provenienza (per esempio da server Mobyt ma con indirizzo generico Google), vengono rifiutate, a prescindere dal contenuto. E con il tempo questo problema è aumentato sempre di più visto che il protocollo DMARC è stato adottato praticamente da tutti i provider del mondo:

  • Yahoo!
  • AOL
  • Google
  • Libero
  • Hotmail
  • Outlook

Sostituire il proprio indirizzo email generico per newsletter

Per tutti questi motivi quindi abbiamo deciso di limitare l’utilizzo di un indirizzo email generico per newsletter quando si inviano campagne tramite la piattaforma Mobyt.

L’alternativa sicura è utilizzare un indirizzo proprietario, generato a partire dal proprio dominio, così sarà facile sorpassare il protocollo ed arrivare direttamente nella casella dei propri clienti.

Come cambiare l’indirizzo mittente dalla piattaforma Mobyt

Cambiare l’indirizzo mittente è molto semplice e richiede davvero pochi passaggi.

  • Entrare in piattaforma e cliccare su EMAIL > Settaggi Liste > Le mie Liste, selezionare ognuna delle liste per le quali si utilizza un indirizzo generico, cliccando su Azioni > Modifica.
  • Cliccare sulla scritta in rosso “Aggiungi EMAIL Mittente” in basso a sinistra ed inserire il nuovo indirizzo non generico.
  • Infine verificare l’indirizzo confermandolo tramite l’email ricevuta.

Se ci sono altri dubbi consigliamo di consultare la nostra guida online!