MOBYT BLOG

MOBILE MARKETING E COMUNICAZIONE DIGITALE PER AZIENDE

L’evoluzione degli SMS: presentiamo i messaggi RCS

evoluzione-sms-arrivano-gli-rcs
La domanda che ci si sta ponendo negli ultimi tempi riguardo alla messaggistica è: l’SMS sta veramente per evolversi in qualcosa di nuovo? Nel 2019, alla tenera età di 27 anni, gli SMS sembrano davvero pronti a trasformarsi e crescere per diventare messaggi RCS. RCS è l’acronimo di Rich Communication Service e si prefigge di migliorare quelle che sono le attuali funzionalità degli SMS. Anche se l’RCS non è ancora disponibile in Italia, pensiamo che sia molto interessante iniziare a conoscerne le caratteristiche e i vantaggi in questo post.

Dalla nascita dell’SMS nel 1992 sono cambiate molte cose nel settore della comunicazione. Ad esempio, sono nati diversi servizi di messaggistica istantanea, come WhatsApp, Facebook Messenger e iMessage. Tutti questi servizi però hanno gli stessi limiti: un utente e i suoi contatti devono scaricare l’app per poterne usufruire e avere accesso ad una connessione internet. Queste sono alcune delle ragioni per cui l’SMS è rimasto sulla cresta dell’onda e resta lo strumento preferito delle aziende per comunicare. Infatti gli SMS non hanno bisogno di alcuna connessione o installazione.

L’obiettivo degli RCS è quello di arrivare ad affiancare e sostituire gli SMS, diventando così il nuovo strumento standard, in dotazione su tutti i cellulari, per comunicare via messaggio.

Che novità porteranno i messaggi RCS rispetto agli SMS?

Gli RCS offriranno numerose funzionalità che la maggior parte degli utenti conosce già ed utilizza:

  • Chat
  • Chat di gruppo
  • Trasferimento di file e immagini
  • Messaggi audio
  • Condivisione di video
  • Condivisione di mappe

messaggi rcs evoluzione smsMa c’è di più. A seconda dell’operatore e del tipo di telefono che si usano, sarà possibile personalizzare i propri messaggi con i colori e il logo della propria azienda. Si potranno anche inviare contenuti come i boarding pass e voucher di sconto. Queste e tante altre funzionalità vengono esplorate e testate al momento da chi sta sviluppando gli RCS e tutte fanno molta gola alle aziende. Vuoi scoprirne tutti gli utilizzi? Leggi il nostro post con infografica Utilizzi dei messaggi RCS: il futuro degli SMS.

Ma non finiscono qui le novità portate dai messaggi RCS. Infatti, con il loro avvento, chi effettua una telefonata potrà aggiungere una breve descrizione del motivo della chiamata. In questo modo chi la riceve saprà già il contesto ancora prima di rispondere.

Un esempio pratico può essere una clinica che ha bisogno di contattare i suoi pazienti per comunicargli i risultati degli esami. Con gli RCS la clinica potrà aggiungere una descrizione alla chiamata, così, anche se il numero del mittente non è conosciuto, il destinatario, leggendo la descrizione, saprà subito chi lo sta chiamando e perché.

Perché non si è mai parlato prima dei messaggi RCS?

In realtà gli RCS non sono un concetto totalmente nuovo. Se ne è iniziato a parlare nel 2007, ma fino ad oggi non si erano intraprese azioni per svilupparlo. Il fattore che ha scatenato il suo sviluppo è stato l’interesse di Google. Alla fine del 2015 Google ha infatti annunciato che avrebbero adottato la tecnologia RCS, applicandola a tutti i dispositivi Android. Considerando il potere di mercato di Google, non c’è da stupirsi che il loro coinvolgimento abbia dato una spinta non indifferente allo sviluppo degli RCS.

Allo stesso tempo, Google ha acquistato Jibe Mobile, leader nel settore dei servizi RCS e ora sta invitando altri esperti del settore a collaborare per lo sviluppo degli RCS.

Cosa ci si aspetta dal futuro

Gli RCS si prospettano una grandissima opportunità per tutte le aziende del settore tech e mobile. Anche per noi di Mobyt lo sviluppo degli RCS rappresenta un’occasione unica per continuare ad offrire servizi innovativi ai nostri clienti. Ci teniamo costantemente aggiornati sugli sviluppi di questa tecnologia che rappresenta, senza dubbio, il prossimo futuro della messaggistica.

Come detto all’inizio, l’RCS non è ancora disponibile in Italia ma gli operatori di telefonia sono già al lavoro per poterlo offrire nei prossimi mesi. Se sei interessato a partecipare all’Early Adopter Program, scrivici.

Contattaci



News da Mobyt