MOBYT BLOG

MOBILE MARKETING E COMUNICAZIONE DIGITALE PER AZIENDE

Come le strutture sanitarie comunicano in emergenza grazie alla tecnologia

Come le strutture sanitarie comunicano in emergenza grazie alla tecnologia

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo sta accelerando processi tecnologici che erano stati già avviati in molte strutture sanitarie. Inoltre sta spingendo quelle che erano agli inizi ad adeguarsi. La speranza è che l’esperienza maturata in questi mesi di emergenza e gli insegnamenti vengano applicati anche in futuro.

La tecnologia ha dato nel corso degli ultimi decenni enorme supporto alla sanità. Nel prossimo futuro lo farà ancora di più. Pensiamo ad esempio agli interventi a distanza che il 5G potrebbe rendere possibili. Le tecnologie avanzate di diagnostica e di cura hanno sicuramente un impatto incalcolabile sulle vite dei pazienti.

Dall’altra parte, tecnologie più semplici, atte a migliore la comunicazione tra le strutture e gli utenti, portano comunque un significativo valore aggiunto. Tutti gli strumenti disponibili al giorno d’oggi permettono, infatti, a medici e pazienti di inviare e ricevere messaggi, di semplificare e velocizzare lo scambio di ricette, informazioni, consulti. Non solo. La tecnologia permette anche videoconsulti a distanza, tramite applicazioni video. 

Vediamo in questo post come le strutture sanitarie comunicano in emergenza grazie alla tecnologia.

Avvisare con urgenza pazienti e dipendenti

Anche se gli SMS si basano su una tecnologia molto semplice, la loro unicità sta nel fatto di essere immediati e capillari. Questo ha significato un loro utilizzo costante da parte delle strutture sanitarie per avvisare i pazienti di cambiamenti importanti e che fosse necessario ricevere in tempo: visite annullate, spostate, reminder.

La stessa tecnologia può essere utilizzata anche con i dipendenti che, nel caso di crisi o emergenze, devono essere avvisati con la medesima immediatezza e capillarità.

Un caso specifico è quello di alcune strutture sanitarie clienti di Mobyt, che durante l’emergenza che stiamo vivendo, hanno utilizzato gli SMS per comunicare tempestivamente a tutti gli interessati che le visite o i prelievi di sangue erano sospesi e di non recarsi nella struttura. Questo ha significato:

  • diminuire l’eventuale carico di lavoro dell’assistenza clienti che sarebbe stata presa d’assalto dai pazienti
  • evitare il sovraffollamento nella struttura, date le circostanze

Oltre agli SMS, anche le landing page giocano un ruolo importante nella trasmissione di informazioni vitali in situazioni di emergenza, come abbiamo spiegato nel post su Come utilizzare le Landing Page in situazioni di emergenza.

Gestire patologie croniche

Gli SMS possono essere di grande aiuto per comunicare, senza alcun contatto, con chi è affetto da patologie croniche. Non a caso Mariapia Garavaglia, presidente della Fondazione Roche, ha affermato «Nelle malattie croniche la digitalizzazione è un tema di primo piano quando si ragiona in termini di programmazione degli interventi socio-sanitari». Infatti, i messaggi di testo possono essere utilizzati per migliorare l’aderenza alle cure farmacologiche da parte dei malati cronici, ricordandogli quali farmaci assumere e con quali dosaggi. Se si stima che in Italia il 40% dei residenti è affetto da almeno una malattia cronica, si comprende quale impatto possa avere la digitalizzazione in questo ambito.

Monitorare patologie con impatto a lungo termine

I messaggi di testo possono essere utilizzati per ricordare ai pazienti di registrare parametri vitali come i livelli di ossigeno nel sangue. A seconda dei risultati registrati, si potrà impostare l’invio di un messaggio automatico contenente indicazioni formulate in base alla terapia concordata fra il medico e il paziente. Questa modalità di gestione digitale ha portato a un miglioramento nelle cure e a un abbassamento dei livelli d’ansia nei pazienti affetti da patologie come la BPCO.  

Prevenzione, monitoraggio e gestione quotidiana di queste malattie possono quindi partire da un semplice SMS che i pazienti ricevono direttamente sul proprio cellulare.

Consulti medici a distanza 

Grazie alla collaborazione tra tecnologia e strutture sanitarie stanno aumentando i consulti a distanza o le visite mediche tramite video call. In questo modo i tempi e le modalità di fruizione delle visite diventano flessibili. Inoltre, possono essere modellate più facilmente non solo sulle esigenze dei pazienti, ma anche in base alle disponibilità dei medici.

Spesso le strutture che offrono questo servizio, lo mettono a disposizione direttamente sul proprio sito internet o tramite la propria app, scaricabile direttamente sul cellulare dei pazienti.

Se normalmente i consulti online e le visite in videoconferenza sono un valore aggiunto, in situazioni di emergenza diventano un servizio essenziale. Infatti, permettono proprio di rendere accessibile il servizio anche quando gli ambulatori potrebbero restare chiusi o funzionare a regime ridotto.

Consulti e video consulti a distanza: comunicare efficacemente è necessario

Sono molte le strutture sanitarie che, durante l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, stanno puntando su servizi di questo tipo, per fare in modo che i pazienti possano essere visitati anche se non possono recarsi in ambulatorio.

Attivare servizi come consulti o video consulti per una struttura sanitaria significa anche riuscire a mantenere lo stesso grado di servizio al paziente e lo stesso livello di comunicazione. Proprio come se il paziente stesse fruendo la visita direttamente in struttura anche se le strutture sanitarie comunicano in emergenza in questo caso.

In questi casi quindi è vitale comunicare in modo puntuale prevedendo l’invio di:

  • una conferma di avvenuta ricezione, dopo che è stata compilata la richiesta di consulto o prenotata una visita in videoconferenza
  • un reminder che gli ricordi l’ora e il giorno della visita a distanza, in cui è incluso un link che porti direttamente alla schermata per la videochiamata
  • un messaggio con il link ad una landing page con il referto, la terapia e tutti i contatti del medico. In alternativa, il messaggio può contenere il link diretto al documento prodotto dal medico dopo la visita
  • un questionario con cui si possa esprimere una valutazione sul servizio appena fruito e spunti di miglioramento

In conclusione, la tecnologia ha supportato e continua a supportare in modo massiccio le strutture sanitarie anche in ambito comunicativo. Questo sta permettendo di rivoluzionare le modalità di fruizione e accesso ai servizi che, mai come in questo momento, ruotano tutte intorno alla massima flessibilità e all’ottimizzazione dei tempi.

Per qualsiasi dubbio su come le strutture sanitarie comunicano in emergenza e per avere maggiori informazioni a riguardo, non esitate a contattarci.



L'angolo dell'esperto